FTK, Technology For the Kitchen 2018 sempre più tecnologico

Leggi tutti i comunicati stampa...la nuova era dell’elettrodomestico da incasso: connesso, integrato e sempre più intelligente

375

7a edizione del FTK, Technology For the Kitchen 2018, dal 17 al 22 aprile Fiera Milano a Rho, padiglioni 9-11, 13-15.
Quest’anno il futuro sarà davvero servito. Grazie all’IoT (Internet of Things) e agli assistenti virtuali, andranno in scena molteplici visioni della cucina intelligente del futuro: elettrodomestici sempre connessi e integrati, iper-efficienti e votati al risparmio energetico cambieranno il nostro modo quotidiano di rapportarci a questo spazio.

L’evento collaterale di EuroCucina, si propone come momento privilegiato di riflessione sulla tecnologia da incasso attraverso la presentazione di prodotti innovativi, prototipi, concept e visioni di quello che sarà il futuro dell’arte del conservare e del cucinare.
47 sono i partecipanti distribuiti su 14.300 mq nei padiglioni 9-11, 13-15.

Queste le eccellenza del settore che scenderanno in campo: Airforce, Aloys Dornbracht (Dornbracht), Arçelik (Beko, Grundig), Asko Appliances, Aton, Barazza, Bertazzoni, Bora Holding, BSH (Bosch, Gaggenau, Neff, Siemens), Candy Hoover Group (Candy, Hoover, Rosières), Electrolux Appliances (Best), Elica, Faber, Falmec, Fhiaba, Fisher & Paykel Appliances, Franke, Irinox, Liebherr Hausgeräte, Meneghetti (Fulgor), Miele, Novi, Samsung Electronics Italia, Sil Film, Silverline, Sirius, Smeg, Sub-Zero Group (Sub-Zero, Wolf), Whirlpool EMEA (Whirlpool, KitchenAid, Hotpoint, Indesit).

Protagonista nei vari padiglioni: la smart kitchen, sempre più vicina e reale e assicura efficienza, sostenibilità, controllo dei consumi, sicurezza, comodità ma anche divertimento. Tratto comune è l’uso sempre maggiore di connettività e domotica che rendono più intelligente la cucina e più semplice l’interazione tra le persone e gli elettrodomestici. La tendenza è netta: non c’è prodotto che non si possa controllare da remoto, che non preveda la possibilità di collegarsi a un’app per la gestione e la semplificazione delle attività a esso legate, che non si possa connettere ai suoi “colleghi” per agevolare la vita all’utente.
A ciò si aggiunge professionalità e multifunzionalità, richieste sempre più pressanti degli “home chef” di oggi che desiderano conservare e cucinare i cibi con le stesse tecniche e tecnologie a disposizione degli chef stellati.