Statuto Associazione Culturale Arredamento

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CULTURALE ARREDAMENTO
Allegato all’Assemblea Costituente del 23 ottobre 2017

Art.1 E’ costituita l’”ASSOCIAZIONE CULTURALE ARREDAMENTO, senza fine di lucro con sede a Fiumicino (RM), Via dei Tre Denari, 441.

Art. 2 L’Associazione non persegue fini di lucro. I suoi fini istituzionali sono:

Coinvolgere le attività produttive dell’Arredamento, economiche ed imprenditoriali sul territorio Italiano ed Europeo.

Favorire l’incontro tra produttori, rivenditori ed agenzie di rappresentanza;promuovere eventi, quali incontri convegni e dibattiti, seminari e tavole rotonde.

Organizzare corsi e attività formative, anche con la collaborazione con enti pubblici e privati.

Presentare studi, ricerche e proposte inerenti la valorizzazione degli investimenti anche sulle vetrine web.

Pubblicare e divulgare scritti, bollettini, atti di convegni, fiere e seminari, studi, ricerche e materiale informativo in genere, anche attraverso le nuove tecnologie ed i mezzi di comunicazione.

Raccolta, catalogazione e divulgazione di materiale relativo agli stili, le tendenze, i colori e le nuove tecnologie del settore arredamento, le attività di comunicazione pubblicitaria tradizionali e di nuova concezione per il web, bibliografico, fotografico e documentario attraverso portali web.

Organizzazione di scambi di informazioni ecc con soggetti nazionali e anche esteri.

Creare legami, collaborazioni e sinergie con enti pubblici e privati, di diversa natura e a vari livelli, al fine di far dialogare e valorizzare i molteplici attori della scena del settore Arredamento.

Collaborare con le altre associazioni che operano per lo sviluppo economico, federazioni del settore arredamento ed enti fiera sul territorio Italiano ed Europeo.

Gestire in proprio qualsiasi attività di interesse comune degli associati dotandosi delle prescritte autorizzazioni richieste e delle strutture necessarie, di stipulare contratti, convenzioni, accordi di programma e atti in genere per lo sviluppo delle attività in questione;
promuovere sotto qualsiasi forma attività di propaganda delle attività dei territori ove è richiesta la sua competenza.

L’Associazione potrà svolgere tutte le attività ritenute necessarie per il raggiungimento delle proprie finalità istituzionali. Potrà, a titolo meramente esemplificativo, organizzare ogni tipo di manifestazione, anche in collaborazione e/o con il patrocinio di Società, Enti Pubblici, Privati ed Enti similari, anche internazionali, organizzare attività, iniziative.

Art. 3 La durata dell’Associazione è illimitata e ne possono fare parte tutti gli interessati, a patto che ne accettino lo Statuto e versino le quote sociali previste.

Art. 4 L’ammissione dei soci è deliberata dal Consiglio Direttivo. La qualifica di socio si perde per dimissioni, morosità e provvedimento assunto dal Consiglio Direttivo.

Art. 5 Gli organi dell’Associazione sono: l’Assemblea dei soci, il Presidente, il Vice Presidente e il Consiglio Direttivo.

Art 6 La vita dell’Associazione è regolata dall’Assemblea dei soci che si riunisce in via ordinaria almeno una volta l’anno per l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo; l’assemblea inoltre, può essere convocata su iniziativa del Consiglio Direttivo o su richiesta motivata allo stesso di almeno 1/3 dei soci. L’assemblea ordinaria è valida in prima convocazione con la presenza di almeno la metà più uno dei soci aventi diritto a voto, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti. Tutte le deliberazioni vengono adottate a maggioranza dei presenti.

Art.7 L’assemblea si può riunire, presso la sede sociale o anche in località diversa, in via straordinaria per le modifiche allo Statuto e lo scioglimento dell’Associazione. L’assemblea straordinaria è validamente costituita anche in seconda convocazione con la presenza di almeno la metà più uno dei soci aventi diritto a voto e delibera validamente con la maggioranza di metà più uno dei presenti.

Art.8 L’assemblea, sia ordinaria che straordinaria, può svolgersi anche mediante consultazione scritta col consenso espresso dai soci per iscritto sulle singole delibere, intervengono alle assemblee tutti i soci in regola con le quote sociali; possono votare e candidarsi alle cariche sociali i soci maggiorenni. Non sono ammesse deleghe.

Art. 9 Il presidente è eletto dall’Assemblea dei soci, presiede l’Assemblea o il Consiglio Direttivo ed ha la rappresentanza legale dell’Associazione. In caso di assenza o impedimento è sostituito dal Vice Presidente o da altro componente del Consiglio Direttivo.

Art.10 Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente e da altri due componenti, eletti dall’Assemblea dei soci. In occasione della prima riunione, il Consiglio elegge tra i suoi componenti il vicepresidente ed il consigliere che avrà anche la funzione di segretario dell’associazione.
In caso di dimissioni di un consigliere, il Consiglio provvede alla cooptazione di un nuovo consigliere che rimarrà in carica sino alla ratifica da parte dell’Assemblea.
Il Consiglio Direttivo è dotato dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione.

Art.11 Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote di iscrizione, dai corrispettivi versati dai soci per i servizi istituzionali, da contributi di enti pubblici e privati, da liberalità e da eventuali beni mobili e immobili di proprietà della associazione ad essa pervenuti a qualsiasi titolo. L’esercizio finanziario coincide con l’anno solare.

Art.12 Eventuali avanzi di gestione, riserve o capitali non possono essere distribuiti ai soci neanche in forma indiretta e devono essere utilizzati per il raggiungimento di fini istituzionali.

Art.13 Per quanto non espressamente contemplato nel presente Statuto si fa espresso rimando alle vigenti norme in materia di associazioni senza finalità di lucro e di enti non commerciali.