Whirlpool e Indesit, tante novità per l’incasso che saranno…

252

Whirlpool e Indesit, tante novità per l’incasso che saranno presentate al Salone 2016

Presentate a Roma le novità per l’incasso che saranno protagoniste al prossimo #Salone 2016 e il nuovo assetto industriale di #Whirlpool, prima azienda in Italia e nel mondo nel mercato degli elettrodomestici.

Per quanto riguarda le novità, abbiamo il rinnovo delle lavastoviglie Whirlpool, ora con una capacità di 15 coperti e in classe A+++ -10%, a una nuova tecnologia per i piani a induzione che guida passo passo l’utente nella preparazione del piatto, mentre per quanto riguarda Hotpoint sono state riviste totalmente le estetiche e suddivise in cinque diverse linee. La più alta in gamma, chiamata Premium, offre una serie di nuove performance e plus per i forni e conta anche un modello a microonde da incasso.

KitchenAid ribadisce il suo ruolo di marchio iconico dalle prestazioni professionali, cui oggi si aggiunge un’anima artigianale nella realizzazione di top da cucina su misura completi di elettrodomestici e lavelli.

Il processo di integrazione tra Whirlpool e Indesit sta procedendo a ritmo vivace e con successo: “le due aziende si stanno influenzando positivamente” ha dichiarato infatti Andrea Riggio, marketing director Italy di Whirlpool Group & Indesit Group.

Mentre i mercati dell’Europa occidentale e centrale tornano a segnare trend positivi, l’assetto industriale di Whirlpool è stato definito, secondo una logica per cui ogni fabbrica “diventerà specialista in una merceologia” ha proseguito Riggio. A Cassinetta per esempio si concentrerà la produzione di forni e frigoriferi per tutta l’Europa, mentre il sito di Melano sarà dedicato ai piani cottura e al taylor made. In questo contesto “l’Italia manterrà un ruolo centrale: le nostre fabbriche producono 6 milioni di pezzi, pari al 30% di quello che viene venduto in Europa” ha sottolineato Riggio, con una quota importante per gli apparecchi da incasso.

Per quanto riguarda i marchi, è stato ulteriormente definito il ruolo che Whirlpool, Hotpoint, Indesit, Ignis e il premium brand KitchenAid dovranno giocare nel contesto globale. “Se Whirlpool è dedicato a chi ha attitudine alla tecnologia e cerca poca integrazione col prodotto, Hotpoint invece è per chi vuole intervenire sulla gestione dell’elettrodomestico. Indesit e Ignis sono marchi più attenti al prezzo, ma per due target diversi: sceglie Indesit infatti chi, come gli studenti, non ha l’elettrodomestico tra le priorità di acquisto, mentre Ignis deve rappresentare il miglior marchio per chi ha un budget predefinito” ha precisato Riggio. Obiettivo generale è quello di “crescere in modo controllato, sviluppando e proteggendo”, tra le altre cose, “gli elettrodomestici da incasso nel canale mobilieri”.

Lorenzo Paolini, a. d., v. p., g. m. market operations Italy di Whirlpool Group & Indesit Group ha sottolineato l’impegno dell’azienda “nel trasferire ai consumatori ciò che possono fare con i nostri elettrodomestici con modalità che accendano in loro il desiderio di acquistarli. Infatti”, ha proseguito, “non si vende un prezzo, ma le caratteristiche di un prodotto, perché esso cambia la vita. E i nostri prodotti regalano una vita migliore”.

Fonte: www.e-duesse.it